sabato, 18-11-2017 08:48

Terremoto: Fano dona i fondi ad Arquata del Tronto.


stemma comunale

Fano ha un cuore grande e non perde occasione per dimostrarlo. Un esempio significativo di questa caratteristica, è stata la mobilitazione da parte di tante associazioni di volontariato, privati, artisti e circoli anziani, per raccogliere fondi da devolvere alle popolazioni marchigiane colpite dal sisma del 2016.

Una mobilitazione che ha permesso di raccogliere, nell’apposito conto corrente aperto alla Bcc di Fano ben 34.144,04 euro che nei prossimi giorni saranno inviati al sindaco di Arquata del Tronto (Ap) il quale ha segnalato la necessità di realizzare un progetto di “Centro Polivalente”, uno spazio fondamentale per l'aggregazione di giovani, bambini, anziani e famiglie i quali non hanno altro luogo al di fuori della propria casa prefabbricata per svolgere attività di comunità.

Proprio ad Arquata Del Tronto, una delle cittadine più colpite dal sisma con il più alto numero di deceduti, la nostra Protezione Civile ha svolto attività di soccorso fin dalle prime ore successive alle scosse, confermandosi realtà che l’intera regione ci invidia.

“Le numerose iniziative promosse a favore delle popolazioni marchigiane colpite dal terremoto – commentano il sindaco, Massimo Seri – e l' Assessore Marina Bargnesi , hanno riscosso un grande successo e lo sforzo organizzativo profuso dalle tante realtà che fin da subito si sono adoperate per la mission, è stato ripagato dall'ampia partecipazione della cittadinanza che ancora una volta ha dimostrato il proprio senso civico. A tutti i volontari, a cominciare dall’associazione Unicorno ideatrice della prima grande iniziativa l' Amatriciana in P.zza XX Settembre che ha inciso per metà del contributo complessivo , va la nostra gratitudine e quella dell’amministrazione comunale per l'impegno, la passione e la solidarietà dimostrata che hanno reso questa iniziativa benefica, viva e spettacolare oltre che proficua per la raccolta fondi per cui è stata concepita”.

Il nostro impegno e la nostra attenzione non verranno meno anche in futuro , avendo stabilito con l'amministrazione di Arquata ed altri Comuni colpiti dal sisma un rapporto di amicizia e solidarietà