lunedì, 10-04-2017 12:55

Alla Me.Mo. "Quel giorno con Primo Levi".


sala ipogea con pubblico

Martedì 11 aprile 2017 alle ore 17.30, presso la Sala Ipogea della Mediateca Montanari a Fano, si terrà l'incontro dal titolo "Quel giorno con Primo Levi (Pesaro, 5 maggio 1986)". Dopo i saluti dell'Assessore Samuele Mascarin, Fabio Levi, direttore del Centro Internazionale di Studi “Primo Levi” di Torino, e Fausto Ciuffi, direttore della Fondazione “Villa Emma” di Nonantola, rievocheranno la figura del grande scrittore torinese, a trent'anni esatti dalla scomparsa e a trentuno dallo storico incontro presso il Teatro Rossini con gli studenti pesaresi. Il 5 maggio 1986, infatti, studenti e insegnanti delle scuole superiori "interrogarono" Primo Levi sull’intero arco della sua opera e non, come immancabilmente avveniva, sul solo capitolo testimoniale; ne uscì un confronto per certi aspetti straordinario, con domande che abbracciavano i temi centrali che attraversano i suoi libri - la chimica, la scienza, la scrittura, il lavoro, Auschwitz... - per poi spingersi verso contesti più vasti, grazie all’autore che, senza mai sottrarsi, nelle risposte orientava il discorso sul nesso passato-presente, o dava ragione delle sue scelte e dei suoi interessi, manifestava persino le sue curiosità, esponeva i suoi dubbi, senza mai dimenticare, ci è sembrato, chi avesse di fronte. Lo faceva con parole nitide e dirette, adatte a comunicare, e mai utilizzate per semplificare ad arte le questioni: parlava dunque a ragazzi e ragazze tenendo alti e chiari il tono e l’articolazione dell’argomentazione, perché i problemi affrontati lo imponevano. Nel corso dell'incontro, verrà proiettato il film documentario L’interrogatorio - quel giorno con Primo Levi, di Alessandro e Mattia Levratti, Ivan Andreoli, Fausto Ciuffi (Italia 2014), in cui gli autori, con le preziose immagini di quella giornata, hanno documentato in primo luogo la qualità e l’intensità di quell’incontro, chiamando inoltre chi allora vi prese parte, da adolescente o adulto, a toccare nuovamente alcuni di quei temi portandoli nella sfera della loro riflessione attuale. È quel pubblico, in un racconto corale, a parlarci del testimone, della sua opera, e di una scuola libera e coraggiosa. I docenti che si iscriveranno potranno richiedere un attestato di partecipazione. Per le iscrizioni inviare una mail a iscop76(at)gmail.com indicando dati anagrafici, istituto di appartenenza e numero telefonico.