sabato, 26-08-2017 09:57

Ripristino fognatura area ex distributore Agip.


un momento dell'intervento

Ripristinato da Aset spa un tratto della fognatura sul lato di viale Gramsci, a Fano in corrispondenza del cantiere ex Agip, dopo il crollo risalente ad alcuni giorni fa. Si tratta di un primo intervento dal carattere provvisorio, ne seguirà un secondo, conclusivo, già programmato a partire dal 6 settembre prossimo.

«L’importo complessivo dei lavori è considerevole – afferma il presidente di Aset spa, Paolo Reginelli – e si stima che oscilli fra 80.000 e 100.000 euro. Il crollo non è da addebitare a cattiva manutenzione, lo escludo in partenza. Prima di pronunciarmi con certezza sulla sua causa, attendo l’esito delle valutazioni tecniche già avviate dai nostri uffici».

In termici tecnici l’infrastruttura è una fognatura a volta, costruita circa un secolo fa, durante gli anni Venti. Ragguardevoli le sue dimensioni: 60 centimetri alla base e altezza al culmine di un metro e 30. Il crollo si è verificato durante i lavori per sistemare l’area dismessa, dove si è creato un buco sul lato di viale Gramsci: l’episodio è stato segnalato dallo stesso personale del cantiere.

La società di servizi ha subito provveduto a mettere in sicurezza l’area, a rimuovere il materiale crollato e a ripristinare il funzionamento della fognatura. Questa prima fase dell’intervento si è dunque conclusa in tempi rapidi e ha permesso al cantiere dell’area ex Agip di proseguire l’opera.

La seconda fase dell’intervento, a partire dal 6 settembre prossimo, sarà anche la più onerosa. Prevede una ristrutturazione radicale su 30-40 metri di fognatura, lavorando alla profondità di circa 4 metri.

Proprio per le caratteristiche degli interventi, Aset spa ha chiesto e ottenuto dall’ufficio comunale Viabilità e Traffico di installare un new-jersey, una barriera stradale sul lato di viale Gramsci per garantire la sicurezza di lavoratori e automobilisti.