Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati

Le pubbliche amministrazioni devono accettare le autocertificazioni di cittadini e imprese in tutti i casi in cui la norma lo prevede. Inoltre quando i dati sono già in possesso della pubblica amministrazione si dovrà evitare di chiederli nuovamente al cittadino/impresa, favorendo invece lo scambio di banche dati e archivi tra enti.

 

Recapito telefonico e casella di posta elettronica istituzionale dell'ufficio responsabile per le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l'accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni:

Ufficio ISTAT-INA-SAIA
Letizia Simoncini

Tel. 0721.887236

anagrafe(at)comune.fano.pu.it
inasaia(at)comune.fano.pu.it

 

Il D.Lgs. 97/2016 ha soppresso la lett. c) del comma 3 dell'art. 35 del D.Lgs. 33/2013 che prevedeva la pubblicazione de "le ulteriori modalità per la tempestiva acquisizione d'ufficio dei dati nonchè per lo svolgimento dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive da parte delle amministrazioni procedenti".

Convenzioni tra il Comune di Fano e altri enti per le modalità di accesso ai dati

  Filename Info Modified
00_Elenco_degli_enti-amministrazioni_in_convenzione_con_il_Comune_di_Fano.pdf 00_Elenco_degli_enti-amministrazioni_in_convenzione_con_il_Comune_di_Fano.pdf  72 KB 08-06-18 12:20
01_Fac_simile_di_Convenzione.pdf 01_Fac_simile_di_Convenzione.pdf  155 KB 08-06-18 12:20
02_Fac_simile_di_Convenzione.doc 02_Fac_simile_di_Convenzione.doc  78 KB 08-06-18 12:20

DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE - AUTOCERTIFICAZIONE

Il termine autocertificazione indica le dichiarazioni sostitutive di certificazioni (disciplinate dall'art. 46 del DPR 445/2000) che consentono al cittadino di sostituire a tutti gli effetti ed a titolo definitivo, attraverso una propria dichiarazione sottoscritta, certificazioni amministrative relative a stati, qualità personali e fatti.


Non sono sostituibili con l'autocertificazione
i sottoelencati documenti:  
  - certificati medici, sanitari, veterinari
  - certificati di origine e conformità alle norme comunitarie brevetti e marchi.

L'autocertificazione è consentita anche ai cittadini comunitari. Relativamente ai cittadini extracomunitari è ammessa solo nei confronti di coloro che sono residenti in Italia e le dichiarazioni solo limitate a stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da soggetti pubblici italiani. Le amministrazioni sono tenute a procedere ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni rese dai cittadini.

Qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione all'interessato viene notificata tale incongruenza ed è tenuto a regolarizzare o completare la dichiarazione resa. Fermo restando l'applicazione delle sanzioni penali previste, la falsa dichiarazione fa decadere i benefici conseguiti dal provvedimento adottato.

Per un utilizzo rapido e facile dell'autocertificazione è a disposizione il servizio di  Autocertificazione guidata.

Le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà consistono in una dichiarazione di conoscenza diretta di fatti, stati, qualità anche riguardanti terzi (art. 47 DPR 445/2000).