martedì, 20-02-2018 10:28

Bilancio 2018 senza aumenti di tasse.


stemma comunale

Via libera della giunta alla proposta per l’approvazione del Bilancio di Previsione 2018/2020 del Comune di Fano che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale.

Diverse le voci significative sia per quanto riguarda le entrate, sia per quanto riguarda le uscite. Nel documenti redatto, infatti, non si registrano aumenti alla voce “tributi” ne alla voce “tariffe di servizi a domanda individuale” (refezione scolastica, asili nido, ingresso musei, ecc.) le quali non sono state adeguate al tasso d’inflazione programmato dell’1,7% come invece avveniva in passato.

Nonostante una cospicua diminuzione dei trasferimenti erariali (circa 200mila euro) non diminuiranno i servizi, come dimostrano le previsione di spesa per i vari settori che sono tutte al rialzo rispetto a quelle stimate nello stesso periodo del 2017, il che significa impegno a garantire e/o potenziare, i servizi erogati:

Servizi Sociali (ospitalità minori in stato di abbandono, interventi socio-assistenziali in favore di minori, sostegno e assistenza disabili, centri e assistenza domiciliare per anziani): 4.885.806 (+92mila euro);

Servizi Educativi: 5.109.545 (+124mila euro);

Cultura (Fondazione Teatro, Festival Jazz, Passaggi Festival, eventi alla Rocca Malatestiana, Memo, Musei): 1.397.022 (+103mila euro);

Turismo (accoglienza, promozione, comunicazione): 214.000 (+83mila euro);

Ambito Territoriale Sociale: 4.726.724 (+1,7milioni di euro);

In totale, il bilancio di previsione 2018/2020 dato dal totale tra spesa corrente e spesa in contro capitale (investimenti) è pari a 120.841.393,87 euro di cui oltre 550mila saranno utilizzati per la cura del verde pubblico con interventi mirati e l’assunzione di 6 addetti ai lavori a tempo determinato oltre ad un’unità in servizio a tempo indeterminato.

Sarà poi lo sport uno dei settori che subirà un evidente restyling con interventi mirati a strutture nevralgiche come il campo dei militari (90mila euro) e il circuito Marconi (200mila euro). 650mila euro è la previsione di investimento per quanto riguarda gli altri impianti sportivi, 250mila per le piste polivalenti e 82mila per la bocciofila di Ponte Sasso, struttura che oltre ad una valenza sportiva sta assumendo sempre più importanza anche dal punto di vista sociale e aggregativo.

Tra le principali opere pubbliche previste spicca la nuova scuola materna Cuccurano-Carrara per i quali il costo presunto è di 3,8 milioni. Restando in tema di scuole, riqualificazione e sistemazione della Montessori per circa 250mila euro mentre confermati vari interventi già annunciati in fase di assestamento di bilancio come la riqualificazione del Pincio (950mila), il completamento del dragaggio del Porto (845mila) e il sollevamento di Piazzale Amendola al Lido (845mila) che porrà fine al problema degli allagamenti.

Come già annunciato poi, nel 2018 proseguirà l’iter per la nuova caserma dei Vigili del Fuoco per una spesa complessiva di €. 1,6 milioni. €.1,2 milioni è invece la cifra impegnata per completamento scogliere e asfaltature (600mila euro ciascuno) mentre con 218mila euro sarà ampliato l’impianto di tiro a volo sempre più teatro di eventi sportivi anche a carattere nazionale.

Per quanto riguarda le entrate invece, continua il grande lavoro dell’Ufficio Europa che dopo i circa 6 milioni di euro intercettati in questi tre anni, è in attesa dell’approvazione di diversi altri progetti che porteranno cifre importanti nelle casse comunali.