mercoledì, 18-04-2018 13:48

Aset dispone pulizia di tutte le spiagge fanesi.


spiaggia di Sassonia

Pulizia a mano di tutto il litorale fanese, da Fosso Sejore fino a Marotta. Aset spa ha affidato l’incarico alla coop sociale Gerico, che dovrà liberare dallo sporco i tratti di arenile non raggiungibili dai mezzi della società multiservizi: i retro-spiaggia, la fascia a ridosso delle scarpate ferroviarie e l’area floristica. Si tratta di un intervento sperimentale, che impegna cinque persone per un mese, fino alla metà del maggio prossimo.

Le mareggiate invernali spingono sulla spiaggia un tappeto di residui, in parte naturali come tronchi, rami oppure alghe, e in parte antropici come le cassette di polistirolo, le ormai onnipresenti retine per l’allevamento delle cozze, bottiglie di plastica, lattine e tanta altra sporcizia. Aset spa pulisce l’arenile con i propri mezzi, per prepararlo alla stagione balneare, ma una quantità minore dei rifiuti sfugge lo stesso, annidata in punti disagevoli delle spiagge. Lì entrerà in azione il personale della coop Gerico per completare l’operazione di pulizia.

Mezzi e personale di Aset spa hanno raccolto e portato in discarica anche 7.000 tonnellate di residui spiaggiati, subito dopo inverni più tempestosi del solito, ma la media si aggira sulle 4.000-5.000 tonnellate all’anno, pari a circa un decimo di tutto il materiale conferito nell’impianto a Monteschiantello.

 

Per il servizio di pulizia meccanizzata il Comune di Fano spende circa mezzo milione all’anno.